BANCAROTTA E RICICLAGGIO: ARRESTATI 2 CONSIGLIERI PDL ALLA REGIONE SICILIA

Area dedicata alle ultime Notizie più rilevanti di cronaca in Italia.

BANCAROTTA E RICICLAGGIO: ARRESTATI 2 CONSIGLIERI PDL ALLA REGIONE SICILIA

Messaggio da leggereda Redazione » 02/12/2011, 19:10

BANCAROTTA E RICICLAGGIO: ARRESTATI 2 CONSIGLIERI PDL ALLA REGIONE SICILIA

Roma, 2 dic - Bancarotta e riciclaggio, sono stati arrestati due consiglieri del Pdl della Regione Sicilia e due società sono finite sotto indagine, tra cui l'Atac di Roma. Sarebbe associazione a delinquere dedita all'esercizio abusivo dell'attività finanziaria il centro delle accuse per cui oggi i militari del nucleo speciale di polizia valutaria della Guardia di finanza hanno eseguito sei misure cautelari personali e diverse perquisizioni nelle province di Roma, Messina e Catania. L'ordinanza è stata firmata dal gip del tribunale di Roma, Maddalena Cipriani, su richiesta dei pubblici ministeri Francesca Loy e Stefano Pesci.

In manette sono finiti gli imprenditori Fabio Calì e Federico Marcaccini. Oltre a loro è finito in carcere anche il deputato dell'assemblea regionale della Sicilia, Roberto Corona. Agli arresti domiciliari invece sono andate altre tre persone: Fabio Mancuso, anche lui deputato siciliano, il notaio Antonio Manzi e Xenia Vinci Orlando, collaboratrice di Calì.

Le accuse contestate a vario titolo sono associazione a delinquere, esercizio abusivo dell'attività finanziaria, bancarotta fraudolenta e riciclaggio. Secondo la ricostruzione della procura, Calì e Marcaccini, attraverso società a loro riconducibili, la Fingeneral Spa (fallita lo scorso anno) e la Ascom Finance (per la quale i pm hanno chiesto il fallimento) avrebbero emesso abusivamente, da marzo 2008 a settembre 2010, oltre 4.100 polizze fideiussorie, per un capitale garantito di circa 500 milioni di euro, incassando premi per oltre 14 milioni.

Le indagini, coordinate dal procuratore aggiunto Nello Rossi, sono scattate in seguito ad un'attività ispettiva antiriciclaggio svolta dalla Gdf. In seguito agli accertamenti svolti, è stata quantificata oltre all'abusiva emissione delle polizze, per un capitale garantito pari a circa 500 milioni di euro, ed un incasso di premi per oltre 14 milioni di euro.

L'attività investigativa ha riguardato complessivamente circa 60 persone fisiche e 40 società. E' stato inoltre disposto il sequestro preventivo "dell'ingente patrimonio costituito con gli illeciti profitti dell'attività criminale, tra cui 14 immobili nelle province di Roma, Messina e Catania; 7 autovetture, diverse quote societarie e vari conti correnti ed altri rapporti finanziari riconducibili agli indagati".

Per quanto riguarda le due società finite sotto indagine, secondo i magistrati non avevano i requisiti idonei per emettere fidejussioni e nonostante ciò si erano messe sul mercato emettendo 4100 polizze per un capitale garantito pari a 500 milioni di euro e l'incasso di premi per oltre 14 milioni. Ed il danno, grave, è stato per quegli enti locali, dall'Atac spa a Roma, alla "Messina per il Ponte sullo stretto", che avevano sottoscritto le polizze.
Redazione UmbyWeb Notiziario Edicola OnLine
Se ti piace, Visita gli sponsor e iscriviti gratis
Avatar utente
Redazione
Moderatori globali
Moderatori globali
 
Messaggi: 14593
Iscritto il: 16/03/2010, 11:20

BANCAROTTA E RICICLAGGIO: ASSOLTO CALI

Messaggio da leggereda Redazione » 18/06/2014, 12:46

BANCAROTTA E RICICLAGGIO: ASSOLTO CALI

Il Dr. Fabio Calì, con un e-mail datata giugno 2014, segnala che con sentenza del Tribunale di Roma, emessa nella persona del Pres. Dr. Vincenzo Terranova a margine dell'udienza del 17.05.2013 è stato assolto con la formula "perchè il fatto non sussiste". Per tanto, Cali è risultato innocente, in quanto non ha commesso il fatto.
Redazione UmbyWeb Notiziario Edicola OnLine
Se ti piace, Visita gli sponsor e iscriviti gratis
Avatar utente
Redazione
Moderatori globali
Moderatori globali
 
Messaggi: 14593
Iscritto il: 16/03/2010, 11:20

BANCAROTTA E RICICLAGGIO: Xenia Vinci Orlando assolta

Messaggio da leggereda Umby64 » 23/05/2018, 8:43

in data 23 maggio 2018, abbiamo ricevuto aggiornamenti via e-mail dalla Sign.ra Xenia Vinci Orlando e pubblichiamo.

La Signora Xenia Vinci Orlando è stata assolta con sentenza di assoluzione piena (12/12/2017), passata in giudicato, per quanto riguarda tutti i reati contestati, disposta dalla Suprema Corte di Appello di Roma, sez. I.
Prima di fare o dire qualsiasi cosa, Assicurarsi di avere acceso il cervello.
Se ti piace, Visita gli sponsor e iscriviti gratis
Avatar utente
Umby64
Moderatori globali
Moderatori globali
 
Messaggi: 8865
Iscritto il: 17/08/2009, 13:25


Torna a Cronaca Italia

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti