LA NAVE AMERIGO VESPUCCI - IL VELIERO PIU' BELLO DEL MONDO

Area dedicata a Veicoli e Motori, le novita' su Automobili, Motociclette, Navi, Aereoplani.

LA NAVE AMERIGO VESPUCCI - IL VELIERO PIU' BELLO DEL MONDO

Messaggio da leggereda Redazione » 23/02/2011, 9:31

LA NAVE AMERIGO VESPUCCI

immagine ridotta, clicca per ingrandire
LIVORNO - L'Amerigo Vespucci è un veliero della Marina Militare costruito come nave scuola per l'addestramento degli Allievi Ufficiali dei ruoli normali dell'Accademia Navale. Gli annali raccontano che lo ammisero perfino gli americani, molti anni fa. "Siete la nave più bella del mondo" segnalarono dalla 'Uss Forrestal' quando ebbero conferma che davanti avevano l'Amerigo Vespucci. La nave più anziana in servizio della Marina Militare italiana festeggia oggi 80 anni nella base navale di La Spezia dove si trova, 'sotto i ferri' per qualche ritocco, in attesa di riprendere il mare insieme agli allievi dell'Accademia Navale di Livorno.

Quella che inizierà in estate sarà la 77/esima campagna addestrativa a bordo del 'Vespucci'. "Tutti noi - dichiara con un certo orgoglio l'ammiraglio Pierluigi Rosati, comandante dell'Accademia - ci portiamo dentro quei tre mesi in eterno. Nel cuore, nella mente e nella vita per mare". D' altronde 'Non chi comincia ma quel che persevera' è il motto della nave ormai da oltre 30 anni. L'Amerigo Vespucci fu varata nel 1931, il 22 febbraio perché quel giorno del 1522 moriva il navigatore da cui la nave prese il nome.

Da allora, ha attraversato i mari di tutto il mondo e la storia d'Italia, fino a diventare uno dei simboli del tricolore. A dispetto delle leggi del mare, per esempio, per le quali i transatlantici hanno sempre la precedenza, questo non vale quando l'imbarcazione che incrociano è il Vespucci: il transatlantico spegne i motori, rinuncia alla precedenza e suona tre colpi di sirena, cioé saluta con rispetto. Gli aneddoti non si contano: nel 1968, grazie al suo comandante più celebre, Agostino Straulino, la nave-scuola lasciò i londinesi a bocca aperta quando la videro risalire il Tamigi a vela. Tradizione e futuro insieme. Mogano, frassino, legno santo e noce insieme ai diesel della Fiat; Gps e radar insieme al fischietto del nostromo che 'traduce' gli ordini del comandante per le manovre, tutte eseguite a mano; le centinaia di discussioni degli appassionati su internet insieme alla 'tela olona' delle vele e al 'galateo' che i cadetti devono rispettare e che il sarcasmo livornese non perde l'occasione di sottolineare: 'Hai perso lo sciabolino' (lo spadino dei marinai) dice provocatoriamente a chi pronuncia una volgarità la gente della città che ospita l' 'Universita' del maré.

Si calcola che il Vespucci abbia percorso un milione di miglia, con 24 vele che coprono oltre 2.600 metri quadrati. E' lungo 82 metri, largo 15, pesa 3.400 tonnellate lorde, la velocità media è di 10 nodi e l'albero di maestra è alto 54 metri. L'attuale comandante, il 116/o, è Paolo Giacomo Reale, genovese. Il Vespucci aveva anche un gemello, il 'Cristoforo Colombo': l'Italia lo cedette all'Urss perché perse la guerra. Oggi il Vespucci ospita un equipaggio di 278 membri (tra cui 16 ufficiali e 72 sottufficiali) che, insieme agli allievi che salgono tra luglio e ottobre, formano un gruppo di 480 persone. "Gli allievi salgono sul Vespucci come singoli - racconta Rosati - affrontano il mare per la prima volta e imparano a vivere insieme, in luoghi stretti, formando lo spirito di gruppo, fondamentale per diventare un equipaggio: ha un valore enorme affinché le navi svolgano le attività che svolgono. Alla fine di ogni campagna addestrativa si riuniscono e decidono bandiera, nome e motto del corso. Salpano come singoli e rientrano come un solo corso". Tra i loro bagagli le leggi del mare, ma anche della diplomazia: "Gli uomini della Marina visitano terre lontane, hanno la prima possibilità di entrare in contatto con le autorità estere. Nel 2006 sa chi fece terminare il blocco navale israeliano in Libano? Un ammiraglio italiano".


LA STORIA:
La decisione di costruire l'Amerigo Vespucci venne assunta nel 1925, allo scopo di sostituire l'omonima nave scuola della Classe Flavio Gioia, un incrociatore a motore e a vela, ormai prossimo alla radiazione, che fu posto in disarmo nel 1928 e ormeggiato nel porto di Venezia per essere adibito ad asilo infantile, riservato agli orfani dei marinai.

Il Vespucci fu progettato insieme al gemello Cristoforo Colombo nel 1930 dall'ingegnere Francesco Rotundi, tenente colonnello del Genio Navale e Direttore dei cantieri navali di Castellammare di Stabia (Napoli), riprendendo i progetti del veliero Monarca, l'ammiraglia della Real Marina del Regno delle Due Sicilie, poi ribattezzato Re Galantuomo quando fu requisito dalla Marina piemontese dopo l'invasione delle Due Sicilie. I progetti ricopiati erano dell'ingegnere navale duosiciliano Sabatelli ed erano custoditi a Castellammare di Stabia insieme alle tecnologie necessarie alla costruzione di questa tipologia di imbarcazione.

La nave-scuola fu varata il 22 febbraio 1931 e il 15 ottobre 1931, nel porto di Genova, ricevette la bandiera di combattimento nelle mani del suo primo comandante, Augusto Radicati di Marmorito. Il suo compito fu quello di affiancare il Cristoforo Colombo nell'attività di addestramento, fino al termine della seconda guerra mondiale, quando per l'effetto degli accordi internazionali, il Cristoforo Colombo dovette essere ceduto all'URSS, quale risarcimento dei danni di guerra.

Dal 1946 al 1952 è stata l'unica nave scuola a vela della marina militare italiana fino all'entrata in servizio dell'Ebe, un brigantino goletta costruito nel 1921 ed acquistato dalla Marina Militare nel 1952. A partire dal 1955 e stata affiancata da un altro veliero acquistato dalla Francia e ribattezzato Palinuro. Attualmente l'Amerigo Vespucci è la più anziana nave della Marina Militare ancora in servizio.

Il motto della nave, ufficializzato nel 1978, è «Non chi comincia ma quel che persevera» ed esprime la sua vocazione alla formazione ed addestramento dei futuri ufficiali della Marina Militare. I precedenti motti sono stati: «Per la Patria e per il Re»; sostituito nel 1946 con «Saldi nella furia dei venti e degli eventi».

L'addestramento si svolge attraverso le Campagne Addestrative. Queste Crociere d'Istruzione, effettuate già 71 volte, avvengono con itinerari diversi; in particolare questa nave scuola si è recata in Nord Europa 37 volte, 20 in Mediterraneo, 4 in Atlantico Orientale, 7 in Nord America, 1 in Sud America e 1 circumnavigando il Globo.

Oltre all'addestramento in particolare nell'ultimo decennio, ha spesso avuto il compito di ambasciatore sul mare dell'arte, della cultura e dell'ingegneria italiana, presentandosi in molti dei più importanti porti del mondo in particolari occasioni come ad Auckland (Nuova Zelanda) nell'ottobre 2002 in occasione della 31ª edizione dell'America's Cup e più recentemente ad Atene nel 2004 per le Olimpiadi ed a Portsmouth nel 2005 per la commemorazione della battaglia di Trafalgar ove ha avuto un ruolo di primo piano.

È un veliero che mantiene vive le vecchie tradizioni. Le vele sono ancora in tela olona, le cime sono tutte ancora di materiale vegetale, e tutte le manovre vengono rigorosamente eseguite a mano; ogni ordine a bordo viene impartito dal comandante, tramite il nostromo, con il fischietto; l'imbarco e lo sbarco di un Ufficiale avviene con gli onori al barcarizzo a seconda del grado dell'ospite.

Nel 2006, a 75 anni dall'entrata in servizio, ha ricevuto presso l'Arsenale Militare Marittimo della Spezia pesanti lavori di manutenzione con la sostituzione completa dell'albero di trinchetto per sopraggiunti limiti di usura, ricostruito fedelmente all'originale ricorrendo alle artigianali tecniche dell'epoca; la sostituzione di alcune lamiere a scafo richiodate da abili artigiani e la riconfigurazione del locale ausiliari con impianti di recente concezione.

Memorabile fu l'incontro con la portaerei americana USS Forrestal (CV-59).Dalla nave statunitense lampeggiò il segnalatore che chiese: “Chi siete?”.La risposta fu:“Nave scuola Amerigo Vespucci, Marina Militare Italiana”.Dalla USS Forrestal (CV-59):”Siete la più bella nave del mondo”.


DATI TECNICI:
• Stazza netta: 1.202,57 t
• Scafo: in acciaio (lamiere chiodate) a tre ponti definiti di coperta, batteria e corridoio con castello e cassero rispettivamente a prua e poppa.
• Imbarcazioni di supporto: n. 11 per l'addestramento e per i servizi portuali.
• Superficie velica: 2.800 m² su 26 vele quadre e di straglio in tela olona (fibra naturale)
• Alberatura: su 3 alberi e bompresso, albero di maestra (54 metri), trinchetto (50 metri) e mezzana (43 metri) - parte inferiore degli alberi pennoni bassi in acciaio
• Manovre fisse e correnti in fibra naturale per circa 34 km di lunghezza
• Copertura del ponte, castello, cassero e rifiniture in legno teak.
• Apparato motore:due motori Diesel Fiat B308 ESS accoppiati ad un motore elettrico di propulsione Marelli di 1491,4 kW, 1 elica a 4 pale fisse, quattro alternatori Diesel per l'energia elettrica.


EQUIPAGGIO:
L'equipaggio è composto da 14 ufficiali, 72 sottufficiali e 190 sottocapi e comuni. Nei mesi estivi imbarca anche gli allievi del primo anno dell'Accademia Navale di Livorno, circa 140 allievi, per un totale di circa 470 persone.
L'equipaggio ha compiti diversi ed è suddiviso in Servizio Operazioni (addetto a tutte le operazioni riguardanti la navigazione), Servizio Marinaresco (addetto alle operazioni varie alle imbarcazioni e di ormeggio e disormeggio), Servizio Dettaglio (gestisce le mense di bordo), Servizio Armi (custodisce le armi e si occupa dell'addestramento all'uso), Servizio Genio Navale/Elettrico (si occupa dell'apparato motore, dell'energia elettrica), Servizio Amministrativo/Logistico (predispone gli atti amministrativi e gestisce le cucine) e Servizio Sanitario (cura tutto il personale).
Redazione UmbyWeb Notiziario Edicola OnLine
Se ti piace, Visita gli sponsor e iscriviti gratis
Avatar utente
Redazione
Moderatori globali
Moderatori globali
 
Messaggi: 14593
Iscritto il: 16/03/2010, 11:20

LA NAVE AMERIGO VESPUCCI - FHOTOGALLERY

Messaggio da leggereda Redazione » 23/02/2011, 9:44

LA NAVE AMERIGO VESPUCCI - FHOTOGALLERY

immagine ridotta, clicca per ingrandire immagine ridotta, clicca per ingrandire immagine ridotta, clicca per ingrandire
immagine ridotta, clicca per ingrandire immagine ridotta, clicca per ingrandire immagine ridotta, clicca per ingrandire
immagine ridotta, clicca per ingrandire immagine ridotta, clicca per ingrandire immagine ridotta, clicca per ingrandire
immagine ridotta, clicca per ingrandire immagine ridotta, clicca per ingrandire immagine ridotta, clicca per ingrandire
immagine ridotta, clicca per ingrandire immagine ridotta, clicca per ingrandire immagine ridotta, clicca per ingrandire
immagine ridotta, clicca per ingrandire immagine ridotta, clicca per ingrandire immagine ridotta, clicca per ingrandire
immagine ridotta, clicca per ingrandire immagine ridotta, clicca per ingrandire immagine ridotta, clicca per ingrandire
Redazione UmbyWeb Notiziario Edicola OnLine
Se ti piace, Visita gli sponsor e iscriviti gratis
Avatar utente
Redazione
Moderatori globali
Moderatori globali
 
Messaggi: 14593
Iscritto il: 16/03/2010, 11:20

Re: LA NAVE AMERIGO VESPUCCI - IL VELIERO PIU' BELLO DEL MONDO

Messaggio da leggereda Umby64 » 20/09/2014, 16:04

aggiornate foto
Prima di fare o dire qualsiasi cosa, Assicurarsi di avere acceso il cervello.
Se ti piace, Visita gli sponsor e iscriviti gratis
Avatar utente
Umby64
Moderatori globali
Moderatori globali
 
Messaggi: 8855
Iscritto il: 17/08/2009, 13:25


Torna a Auto, Moto, Navi, Aerei

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti

cron